Medicina del lavoro – Una legge per il benessere dei lavoratori

Tutti ne hanno sentito parlare ma pochi sanno veramente di cosa si tratti. Quando si usa il termine medicina del lavoro ci si riferisce a degli articoli di legge, nello specifico al D.Lgs. 81/08, dove sotto alla voce ” medicina e sicurezza del lavoro“, vengono definiti una serie di punti chiave da intendere come punto di partenza per poter garantire a ogni lavoratore un svolgimento sereno della propria attività. Naturalmente questa regola vale per i dipendenti di qualsiasi contesto di lavoro.

I datori del lavoro, a loro volta, non possono farsi trovare impreparati in materia o correre ai ripari velocemente, dal momento che hanno la responsabilità che la legge venga applicata in ogni sua parte e che il benessere dei lavoratori sia garantito sotto ogni punto di vista.

Scendendo nei particolari

La medicina del lavoro esordisce con l’intento di riuscire a eliminare ogni possibile fattore di rischio per i lavoratori. Inoltre mira al loro benessere e promuove un costante monitoraggio degli ambienti di lavoro e delle attrezzature impiegate valutando, di volta in volta, che non ci siano rischi per la salute dei dipendenti.

Attualmente la medicina del lavoro viene considerata come una branca ben specifica della medicina, volta a garantire ai lavoratori di qualsiasi settore uno svolgimento privo di rischi della propria attività.

Questo ramo della medicina, in particolare, tiene costantemente sotto controllo e valuta, oltre ad ambienti e strumentazioni di lavoro, anche i prodotti e le materie prime impiegate per le differenti attività e tutti gli altri eventuali e possibili fattori di rischio che, anche solo potenzialmente, potrebbero rappresentare un pericolo per i lavoratori.

Alcune aziende, per dare ai datori di lavoro la certezza di essere in regola con la normativa esistente, offrono servizi e consulenze in questo ambito, in modo da portare a termine tutte le procedure necessarie e rendere più semplice la previsione e l’eliminazione dei possibili rischi.

Su internet se ne possono trovare diverse, l’importante è controllare che tipo di servizi vengono offerti e affidarsi alle aziende che offrono una consulenza completa, che può spaziare dal corso di primo soccorso alle vaccinazioni, come per https://www.gdmsanita.it/medicina-del-lavoro-torino.php.

Il ruolo del medico del lavoro

La legge richiede che il datore del lavoro si avvalga di un medico specializzato destinato a effettuare tutti i sopralluoghi necessari sul posto di lavoro, indipendentemente che si tratti di una fabbrica, di un negozio o di altro.

Il compito del medico del lavoro è quello di accertarsi che non esistano rischi per i lavoratori o, in caso contrario, suggerire le varie procedure destinate a ridurre e contenere i pericoli sia per la salute dei dipendenti sia per quella di chi potrebbe visitare la struttura anche per tempi brevi, come nel caso dei lavoratori a chiamata o degli stagisti.

Il medico del lavoro, inoltre, è tenuto a effettuare periodicamente tali controlli. La medicina del lavoro ha quindi un ruolo chiave, indispensabile per assicurare il benessere dei lavoratori.