CATEGORIA: OLII ESAUSTI

AMBITO: NORME SPECIFICHE

SCHEDA 4.5.1

OBBLIGHI PREVISTI e RIFERIMENTI LEGISLATIVI


Tutte le attività di detenzione, raccolta per riutilizzo ed eliminazione sono disciplinate dalla normativa vigente sullo smaltimento degli olii esausti.

D.Leg.vo  95/92 art. 2;
D.M. 392/96.

 


La disposizione dell'art. 3, comma 4, che fissa il limite dei policlorodifenili e policlorotrifenili e le loro miscele in 25 ppm entra in vigore dal 1.1.93. Dalla data di entrata in vigore del D.L. 95/92 al 31/12/92 si applica il limite di 50 ppm.

D.Leg.vo 95/92 art. 15

 

SCADENZA

SANZIONI

ENTE PREPOSTO

dall’1/1/93

 

 

 


Costituzione del Consorzio obbligatorio degli olii esausti cui viene attribuita personalità giuridica di diritto privato al quale partecipano in posizione paritetica sia le imprese che producono olii base rigenerati, sia le imprese che immettono al consumo olii lubrificanti di base  e finiti. E' fatto divieto ai consumatori di procedere alla diretta eliminazione degli olii esausti.

D.Leg.vo 22/97 art.58 co.5

 


I produttori e/o detentori di olii esausti devono cedere e trasferire tutti gli olii al Consorzio, ovvero alle imprese autorizzate, comunicando tutti i dati relativi all'origine e ai pregressi utilizzi degli olii esausti.

E' data facoltà ai detentori di olii usati di provvedere alla loro eliminazione tramite cessione diretta ad imprese autorizzate, dandone comunicazione al Consorzio.

D.Leg.vo 95/92 art. 6;
D.M. 392/96;
D.Leg.vo 22/97

 

SCADENZA

SANZIONI

ENTE PREPOSTO

 

Ammenda fino a € 2.582

 

 


L'ente competente entro 90 gg dall'inoltro della domanda degli interessati attestante il possesso dei requisiti tecnici e impiantistici, delle conoscenze professionali, di certificati penali idonei, delle previste garanzie a copertura dei rischi previsti dalle norme tecniche (oltre che dalle altre disposizioni di legge in materia di tutela ambientale), rilascia l'autorizzazione alle attività di raccolta e di eliminazione di olii esausti.

D.Leg.vo 95/92 art. 5;
D.M. 392/96 artt. 3 e 4

 

SCADENZA

SANZIONI

ENTE PREPOSTO

Entro 90 giorni dalla domanda

Ammenda fino a € 2.582 o arresto fino a 1 anno

Regione