Via i rumori e sì al comfort acustico grazie ai vetri giusti

comfort-acustico

Abitare in centro ha certamente i suoi vantaggi, ma può presentare anche degli inconvenienti. Uno di questi è il carico acustico che si viene a determinare in casa, pur avendo chiuso bene tutte le imposte. Rumori di traffico, clacson, vocio delle persone in strada ed altro possono perciò seriamente compromettere il comfort di chi vive in un appartamento, rendendo complicato anche il sonno. La soluzione risiede nella qualità dei serramenti e nella scelta del vetro giusto, come vedremo di seguito insieme alla dita Mavis Srl specializzata in serramenti a Udine e provincia.

Isolare l’abitazione per un massimo comfort: ecco come fare

Il vetro è una parte importantissima delle performance di una finestra. Non ci si pensa mai, ma la scelta del vetro giusto può davvero fare la differenza. Molto spesso si crede invece che per risolvere il problema dell’isolamento acustico si debbano cambiare gli infissi e i serramenti. Questo può essere valido come ragionamento, ma solo se vi si abbina anche un cambiamento dei vetri. Se infatti si dà importanza solo al materiale dei serramenti non si andrà molto lontano, e i rumori resteranno quelli di prima, con in più la spesa considerevole che c’è stata. Si deve perciò procedere su più fronti: una buona valutazione degli infissi e dei serramenti e la scelta giusta del vetro. In una progettazione portata avanti da esperti del settore, si capirà immediatamente se, ad esempio, ci sono problemi con il cassonetto dell’avvolgibile (delle tapparelle). Quest’ultimo rappresenta infatti uno dei più noti “ponti acustici” che esistano, per il passaggio non solo dei rumori dall’esterno, ma anche per la dispersione del calore. Si procede a questo punto alla scelta del vetro migliore. Come fare?

Come scegliere il miglior vetro per l’isolamento acustico

L’obiettivo è quello di rendere la casa più silenziosa e comfortevole, con un ritrovato benessere abitativo. Il metodo per riuscirci, lo ripetiamo, passa da un’accurata scelta del tipo di vetro per le finestre. Ovviamente serviranno dei vetri per l’isolamento acustico, molto diversi da normali vetrocamera. I migliori in tal senso si dimostrano i vetri accoppiati, formati cioè da due lastre che sono tenute insieme da uno strato di un materiale, una sorta di pellicola in polivinilbutile. Questa pellicola serve  proprio per consentire l’isolamento acustico, in quanto smorza i rumori provenienti dall’esterno. Talvolta alla seconda lastra se ne può aggiungere una terza, per avere risultati più performanti, ma bisogna ricordare che gli spessori delle lastre devono variare, e il risultato sarà garantito: no rumori!

Fondamentale una progettazione accurata da parte di esperti

Dopo il vetro, la progettazione accurata dei serramenti è fondamentale, e il consiglio è che avvenga da parte di esperti del settore. Se si procede diversamente si rischia infatti di aver acquistato degli ottimi vetri che però vengono sprecati per il motivo che serramenti o infissi non risultano
impeccabili. Un vetro speciale non serve a nulla, pertanto, se il cassonetto delle tapparelle o la cinghia a rullino sono vecchi e lasciano passare molta aria! Per capire ciò servono allora degli esperti, che si occuperanno della progettazione e della messa in opera dei nuovi infissi con vetri. I vantaggi di rivolgersi a degli esperti sono moltissimi, ma tra i più evidenti occorre sottolineare il fatto che essi sapranno innanzitutto scegliere la migliore soluzione secondo le esigenze del singolo
cliente, per risolvere al meglio le specifiche richieste. Sapranno, inoltre, consigliare ottimi materiali in abbinamento ad un ottimo lavoro di messa in opera, altrimenti si corre il rischio di sprecare risorse e tempo. In conclusione: due sono gli aspetti davvero importanti a cui prestare attenzione per riuscire nel perfetto isolamento acustico dell’abitazione: i vetri giusti e una consulenza di esperti accompagnata da una messa in opera impeccabile.