Come recuperare un file dal pc

Uno degli errori più comuni che è capitato a tutti almeno una volta nella vita è quello di cancellare erroneamente un file dal nostro pc: basta una svista, un errore di click, e il nostro file importante ci sembrerà andato per sempre.

Il primo pensiero che facciamo è quello di essere di fronte a un problema senza soluzioni.

Tuttavia, prima di dire addio per sempre al nostro duro lavoro e rassegnarci all’idea di doverlo creare da zero, è bene sapere che ci sono dei modi per tentare di recuperare tali file.

Come è possibile recuperare un file eliminato

Anche se il file è sparito dal desktop o dalla nostra solita cartella e anche dopo aver eliminato il file dal cestino di Windows, restano comunque delle tracce residue sul nostro computer per un breve lasso di tempo.

Se agiamo subito dopo esserci accorti di aver erroneamente cancellato il file, il successo di recupero di quest’ultimo è quasi assicurato.

Viceversa, se è già trascorso qualche giorno potremmo aver già perso il file se questo è stato sostituito da un file recente della stessa tipologia.

Fortunatamente esistono dei programmi utili proprio per questo scopo. Un esempio è Easeus, un software gratuito per il sistema operativo Windows (10 ma anche altre versioni) che attraverso una guida molto semplice illustra passo dopo passo come fare per recuperare il file con un successo pari al 99,9%.

Se il file è stato eliminato da una cartella, la cosa più semplice è aprire quella cartella e cliccare sull’opzione Cronologia in alto a destra: apparirà una lista di documenti recenti che sarà possibile ripristinare.

Procedura di recupero per errori di salvataggio o di file danneggiato

Nel caso in cui il file non sia stato cancellato ma sia stato danneggiato o abbiamo erroneamente sovrascritto un’altra versione di esso, è ugualmente possibile recuperarlo.

La prima cosa che possiamo fare è controllare le versioni precedenti di un documento dalle Proprietà che si ottengono cliccando con il tasto destro del mouse sul file interessato.

Si aprirà subito una tendina che ci consentirà di controllare se sono disponibili anche delle vecchie versioni del documento.

Un’operazione di recupero più approfondita richiede invece qualche manovra aggiuntiva: avviamo un ripristino avanzato entrando nella sezione Esplora File.

Selezioniamo in tale sezione il nostro documento e poi Cronologia, in alto a destra.

Apparirà quindi una tendina contenente tutte le versioni precedenti di quel file e possiamo scegliere se sostituirlo con un’altra versione salvata o se mantenere entrambi.

Prestare attenzione durante l’operazione perché la soluzione preimpostata è la sostituzione, quindi bisogna selezionare l’opzione necessaria se si vuole mantenere una copia di entrambe le versioni.

Ricordare però che per utilizzare le funzioni di ripristino delle versioni precedenti è necessario andare nelle Impostazioni e attivare la Cronologia File nella sezione di Backup & Ripristino.

Una guida illustrerà tutte le azioni da compiere.

In questo caso bisognerà essere in possesso di un hard disk esterno o di una chiavetta USB.