Accordo tra il Gruppo Vitali e l’Aeroporto di Napoli

l'aeroporto di napoli capodichino

L’Aeroporto Internazionale di Napoli Capodichino si rifà il look. L’ottavo scalo aeroportuale italiano per numero di passeggeri, ben 8 milioni all’anno, da gennaio 2017 sarà più sicuro.

L’aeroporto di Napoli è stato il primo aeroporto italiano ad essere stato privatizzato. Dalla gestione scellerata di una decina di anni fa, dove i debiti parevano impossibili da bloccare, si è passati ad una gestione oculata e redditizia. Attualmente l’Aeroporto di Napoli viene gestito dalla società Gesac, controllata dalla società britannica BAA (British Airports Authority). Una società che è riuscita a eliminare i debiti e portare i conti in attivo. Una situazione impensabile da prevedere sino a qualche anno fa, a testimonianza che quando una società lavora seriamente e senza collusioni riesce a far crescere del verde anche nel deserto. E questo è il caso di Gesac.

La società che gestisce l’Aeroporto di Napoli non è conservativa ma continua ad investire in tecnologie per far cambiare in meglio la struttura. E questo è il caso della nuova commessa da 6 milioni di euro assegnata da Gesac al gruppo Vitali, leader tra le aziende che si occupano di piste aeroportuali (realizzazione o riqualificazione). Dopo i lavori eseguiti sulle piste degli aeroporti lombardi di Orio al Serio e di Malpensa, la società Vitali inizia i lavori nell’Aeroporto di Napoli. La società, forte di un know how unico al mondo e di mezzi tecnologici avanzati, assicura che la realizzazione dei lavori avverà in tempi rapidissimi e che saranno terminati entro la fine di dicembre, in soli due mesi.

I lavori consisteranno nell’allargamento della taxy way, la zona dove sostano i taxy, che si trova davanti alle partenze ed è attualmente imbottigliata. Inoltre verranno apportati una serie di adeguamenti dei vari raccordi che permettono di raggiungere l’aeroporto. Verrà rifatto il manto stradale con una strumentazione all’avanguardia, strumentazione che consente di posare il manto stradale con una perfetta planarità grazie a dei controlli satellitari.

Gesac ha affermato che i lavori di ampiamento ed adeguamento sono ormai necessari per l’aumento costante del numero di passeggeri, che comporta un costante aumento di traffico in zona. L’aeroporto di Napoli Capodichino raggiunge ben 71 destinazioni tra nazionali ed internazionali, le si trovano tutte qui www.blog.aeroportodinapoli.it. L’aeroporto si trova in zona sud-est della città, distante solo pochi chilometri dal centro. Un servizio bus, l’alibus, collega l’aeroporto con la stazione centrale e il porto di Beverello con corse frequenti.