Rimborso cessione del quinto dello stipendio: una guida pratica e veloce

rimborso-cessione-del-quinto-dello-stipendio

Sei in cerca del rimborso della cessione del quinto dello stipendio? In questa guida troverai tutte le informazioni su come poterlo ottenere, quali sono le voci che da contratto ti dovrebbero essere risarcite e tutto ciò che concerne all’argomento.

Insieme a Germanò Marco (responsabile editoriale di prestitimag.it) abbiamo scritto la guida sulla cessione del quinto, andando ad analizzare ogni singolo dettaglio di questa tipologia di finanziamento personale.

Cos’è il rimborso della cessione del quinto e quando richiederlo?

Prima di concentrarci su come poterlo ottenere, sai effettivamente cos’è il rimborso della cessione del quinto? È quell’operazione a cui si ricorre, nel momento in cui ad esempio, vuoi rinnovare la cessione del quinto.

In questo caso, la banca che fino a quel momento avrà erogato il finanziamento, dovrà occuparsi di stilare il conteggio estintivo. Quel documento in cui verranno dettagliati tutti gli importi e le voci relative a quanto ti dovrà essere risarcito.

Al suo interno per dovrai trovare:

  • Il capitale residuo;
  • Tutti gli interessi non goduti fino a quel momento;
  • Eventuali rate insolute;
  • Penale d’estinzione anticipata;
  • Netto degli utili al saldo del finanziamento.

A queste, andrebbero aggiunge ulteriori voci che purtroppo, spesso vengono omesse e che potresti reperire leggendo il contratto stipulato per l’erogazione del prestito. Tra cui:

  • Commissioni finanziarie;
  • Commissioni accessorie;
  • Premi assicurativi.

Il rimborso previsto per quest’ultimi casi, fa riferimento ad una percentuale in riferimento al premio non goduto.

Cosa si intende con esattezza? Ipotizziamo che tu abbia stipulato un contratto iniziale di 120 mesi, qualora lo volessi rinnovare al 60esimo mese, ti spetterebbe il 50% delle commissioni relative a quelle non godute nelle restanti mensilità.

Quando hai diritto di rimborso della cessione del quinto dello stipendio

Quello che probabilmente non sai, è che Il diritto di rimborso della cessione del quinto dello stipendio ti spetta nel caso in cui tu voglia estinguere anticipatamente un finanziamento o qualora volessi rinnovarlo ancor prima della sua scadenza.

La normativa è regolata in via ufficiale dall’agenzia governativa di Roma. Potrai trovare la comunicazione presso il documento di Banca d’Italia del 10/11/2009 e del 7/4/2011. Restando a tema “rinnovo”, le condizioni per poterlo richiedere restano vincolate a:

  • Aver saldato un minimo pari al 40% del debito iniziale;
  • Qualora il contratto stipulato sia uguale o meno di 60 mesi, l’operazione di rinnovo sarà valida esclusivamente per un nuovo contratto la cui durata di rimborso sia pari a 120 mesi.

Qual è la penale prevista per il rimborso della cessione del quinto

Nel caso in cui non ne fossi a conoscenza, il rimborso della cessione del quinto dello stipendio o della pensione in via anticipata, prevede una penale la cui percentuale massima è fissata all’1% in riferimento capitale residuo.

Per capitale residuo, si fa riferimento a quella parte di finanziamento, che tu debitore dovrai ancora erogare al tuo creditore (come può essere il caso di una banca).

Come effettuare il calcolo rimborso cessione del quinto

Il calcolo relativo al rimborso della cessione del quinto è un’operazione obbligatoria, per comprendere il totale esatto di quanto l’istituto bancario o finanziaria, debba risarcirti. Abbiamo deciso quindi, di fare un esempio pratico per agevolarti.

Ipotizziamo che tu abbia stipulato un contratto iniziale per un finanziamento pari a 40.000€. Dovrai tenere in considerazione le suddette voci:

  • Commissioni finanziarie = €4.000
  • Spese accessorie = €1.000
  • Premio d’assicurazione = €2.000
  • Spesa complessiva = €7.000

Immaginiamo che tu abbia già estinto il 50%, la stessa percentuale ti sarà dovuta per tutti i rimborsi delle precedenti voci. Quindi alla fine dei giochi, il risultato sarà:

  • Commissioni finanziarie = €2.000
  • Spese accessorie = €500
  • Premio d’assicurazione = €1.000

Il totale del tuo rimborso della cessione del quinto della pensione o stipendio, per questo specifico esempio ammonterà aa €3.500.

Richiesta e modulo della cessione del quinto dello stipendio / pensione

Il modulo della cessione del quinto va compilato adeguatamente in tutte le sue parti. Questo passaggio è l’ultimo che ti toccherà compiere, dopo aver eseguito il calcolo estintivo e poter fare richiesta all’ente creditore (banca o istituto finanziario).

Non dimenticare di conservare accuratamente la documentazione che comprovi l’avvenuto invio della cartolina. A questo punto, l’ente potrebbe non essere favorevole al rimborso e potrebbero verificarsi tre situazioni:

  1. Ti comunicheranno telefonicamente, che non ti spetterà nessun risarcimento;
  2. Ti inviteranno a contattare l’intermediario con la quale hai stipulato il contratto di iniziale;
  3. Ti proporranno un risarcimento più basso rispetto al dovuto, spesso solo quello relativo alle spese accessorie.

Qualora l’ente finanziario insista dal non voler rimborsare il dovuto, non ti resta che rivolgerti all’ABF, anche noto come Arbitro bancario finanziario. Attraverso questo sistema stragiudiziale previsto dalla legge italiana, potrai ottenere il risarcimento della cessione del quinto.

Per completare la procedura dovrai versare all’ABF 20€ dopo aver compilato il modulo di ricorso ufficiale. Infine, dovrai inviare la raccomandata all’arbitro bancario finanziario allegando:

  • La ricevuta del bonifico di 20€
  • Ciò che ti ha risposto l’ente erogatore del prestito (la prova del rifiuto)
  • La copia del tuo documento di identità

Fatto ciò, sarà l’arbitro bancario a provvedere di contattare la banca o l’istituto finanziario per intimarlo al tuo rimborso.

Quali sono i tempi per il rimborso della cessione del quinto

L’ultimo step riguarda la conoscenza dei tempi di rimborso della cessione del quinto dello stipendio o pensione, che purtroppo, non hanno uno standard. Tutto infatti è relativo agli aspetti burocratici: controllo, conteggio estintivo, eventuale approvazione o ricorso all’arbitro bancario.

In linea di massima, solitamente le tempistiche (salvo anomalie) vanno da un minimo di 6 fino ad un massimo di 18 mesi. Hai ancora dubbi su come funziona il rimborso della cessione del quinto? Commenta l’articolo e saremo felici di risponderti.