Fornitori alimentari: le tipologie di prodotti che puoi trovare online

Se sei il gestore di un ristorante, di un bar o di un’attività in cui devi offrire del cibo ai clienti come una mensa o una scuola, hai bisogno di capire a quali fornitori alimentari affidarti. Le abitudini alimentari delle persone stanno cambiando, c’è chi segue una dieta vegana, chi vegetariana e c’è invece chi ha intolleranze o allergie. Proprio per questo è fondamentale avere una varietà di cibi differenti e ci sono diverse cose che bisogna considerare quando si scelgono i fornitori alimentari. Ad iniziare dai prezzi, che possono essere più o meno economici, per poi valutare la qualità del cibo ma anche del servizio. C’è chi preferisce affidarsi ad un servizio online, chi è costretto per via della posizione del locale, chi invece preferisce acquistare i prodotti della zona in cui vive. Di seguito vogliamo darti qualche suggerimento per selezionare le tipologie di prodotti per la tua attività e il fornitore ideale, con cui creare un rapporto di fiducia a lungo termine.

Come scegliere i fornitori alimentari

Prima di selezionare i fornitori alimentari devi sapere cosa vuoi, questo dipende molto dal tipo di attività che hai. Devi offrire dei prodotti locali? Hai bisogno di consegne veloci, in determinate date? Ogni impresa ha le sue esigenze e deve capire qual è il tipo di fornitore ideale. La qualità del cibo è importante e anche la varietà che viene offerta. Se abbiamo bisogno di pesce, carne, frutta, verdura, salumi e bevande dobbiamo contattare un fornitore generico, che possa offrire qualsiasi tipo di prodotto. Se invece l’attività si concentra solo su una cosa, ad esempio un ristorante di pesce, allora andremo a cercare un fornitore che si occupi solo di quello, in modo da assicurarci che sia di prima qualità. Quando ci affidiamo ad un fornitore online, dobbiamo assicurarci che abbia un sito web professionale, chiaro e facile da utilizzare.

L’importanza del budget

In base all’attività che hai e alle tue possibilità, devi stabilire un budget da rispettare. Dato che offriamo il cibo ai clienti ad un certo prezzo, non possiamo spendere in modo esagerato per le materie prime. C’è bisogno del giusto compromesso, ovvero scegliere dei prodotti ad un prezzo economico senza rinunciare alla qualità. Oltre al prezzo del cibo ci sono altri costi che bisogna considerare, ad esempio quello della spedizione. Prima di accettare il contratto di un fornitore è bene calcolare sempre quali sono i margini di profitto, se sono troppo bassi rischiamo di andare in perdita e di mettere a rischio l’attività. Si tratta di scelte: se vogliamo puntare sulla qualità, possiamo offrire meno piatti nel menù ma più elaborati, se invece vogliamo puntare sulla quantità e sulla varietà, allora dobbiamo scegliere un fornitore standard.

Conosci il potenziale fornitore

Prima di contattare un fornitore è meglio fare una ricerca online oppure chiedere informazioni a chi già si rifornisce da questo. Possiamo vedere se ci sono stati problemi, ritardi o altre storie spiacevoli, in modo da non andare incontro a brutte sorprese. Conoscere in anticipo il fornitore ci aiuterà a decidere più facilmente: possiamo affidarci ad una ricerca su Google, su LinkedIn oppure su siti specializzati in recensioni di fornitori alimentari.

Oltre a cercare informazioni sulla professionalità e sulla qualità delle materie prime, dobbiamo capire se il fornitore gestisce al meglio la sicurezza alimentare. Si tratta della parte più cruciale di ogni azienda alimentare quindi è fondamentale scegliere un fornitore che prenda sul serio la questione. Le attività che non rispettano le normative sono a rischio chiusura oppure possono pagare multe davvero salate.

Vendi la tua storia

Quando scegli il fornitore ideale devi vendergli la tua storia, perché deve capire qual è la tua attività e quali sono i valori in cui si fonda. In questo modo si può capire se ci può essere una collaborazione continuativa e duratura oppure no. Devi assicurarti che il fornitore darti tutti i prodotti di cui hai bisogno nei tempi giusti, per questo è fondamentale prima di tutto sapere quali sono i tuoi obiettivi. Puoi contattare diversi fornitori alimentari e farti fare dei preventivi, in modo da capire qual è l’offerta migliore, ma solo iniziando una collaborazione capirai se ti trovi bene oppure no. Alcuni fornitori possono essere compatibili con la tua attività, altri invece no.